affitti da privati

Gestire gli affitti da privati è spesso un vero e proprio lavoro per la maggior parte dei locatori italiani.

Significa gestire da soli i molti aspetti burocratici, legali e fiscali, legati all’affitto delle proprie proprietà, affidandosi a diverse Associazioni ed Enti Istituzionali. Tralasciando il quantitativo di documentazione cartacea e l’alto dispendio temporale.

Per tutti questi motivi è nato il portale Rentila, per rendere più facile la vita di ogni locatore, offrendogli la possibilità di tenere sotto controllo, con un solo click, pagamenti, ricevute, spese e manutenzioni. E ancora: di generare contratti di locazione, ricevute elettroniche, di gestire gli affitti brevi e molto altro (scopri tutte le funzionalità, è gratis per una proprietà!).

Da oggi per tutti gli iscritti sarà attivo un nuovo servizio di consulenza legale gratuita, sui temi della locazione, condominio e tutela della proprietà immobiliare.

Ma, prima di vedere i dettagli del servizio, cerchiamo di capire quali sono i principali aspetti e problematiche legate alla locazione di un immobile.

Quali sono le problematiche legali delle locazioni immobiliari?

Con gli affitti da privati può capitare di aver necessità di gestire anche problematiche di natura legale, dovendo spesso ricorrere alla consulenza di un Avvocato esperto. Un esempio è lo sfratto per morosità dell’inquilino, di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Sono però molte altre le problematiche legate alla gestione di un immobile che si possono presentare ai proprietari. Basti pensare, ad esempio, alla scelta della tipologia di contratto di locazione in linea con le proprie esigenze nonché alla selezione del conduttore, che deve andare oltre un semplice approccio conoscitivo.

Potrebbe interessarti approfondire l’argomento con l’articolo: Contratto d’affitto: quale conviene stipulare? Scoprilo qua!

E ancora: il garantirsi termini di disdetta adeguati al fine di ricollocare sul mercato l’immobile per nuovi potenziali soggetti conduttori. E tante altre situazioni connesse alla gestione immobiliare che oggi richiedono sempre di più il ricorso a figure professionali che possano supportare il lavoro del proprietario.

Affitti da privati: i principali errori legali dei locatori

Il principale compito di ogni locatore è quello di predisporre e offrire un immobile funzionale e in ottime condizioni. In questo modo potrà evitare lamentele, disguidi e ripensamenti da parte dei conduttori o di ospiti temporanei, in caso di affitti brevi.

Spesso si tende anche a sottovalutare l’aspetto burocratico della trattativa. Attenzione però! Se sei un locatore ricordati che l’onestà viene sempre prima di tutto: potresti per esempio ottenere effetti negativi dando in affitto un immobile non a norma circa gli impianti di servizi in esse contenute.

Ulteriori problemi sono legati ad affitti di immobili su cui gravano iscrizioni ipotecarie, pignoramenti o atti giudiziari. Questo non solo sarebbe scorretto nei confronti del locatario, ma comprometterebbe in maniera significativa la reputazione del locatore, determinando situazioni legalmente spiacevoli.

Per gli affitti da privati è pertanto necessario verificare di possedere tutti i requisiti previsti dalle normative legate alla locazione. Fondamentale è soddisfare i requisiti tecnico-immobiliari e produrre l’Attestazione di Prestazione Energetica A.P.E.. Si potrà così verificare che tutti gli impianti presenti nell’immobile risultino a norma, secondo quanto stabilito dalle leggi vigenti.

Affitti in nero: cosa rischia il locatore?

Tra i molti aspetti legali degli affitti da privati troviamo gli affitti in nero, quindi senza un regolare contratto di locazione.

Gli “affitti in nero” sono vietati dalla legge in quanto sono in perfetta violazione della normativa civilistica e fiscale applicabile.

Sia il locatore che il conduttore rischiano di incorrere in gravi sanzioni, tra tutti conseguenza civilistica della nullità della scrittura privata: se il contratto non è mai stato stipulato tra le parti risulterà inesistente.
Anche il mancato pagamento dell’imposta di registro, o il fatto di non avere gli impianti a norma di legge potrà far derivare sanzioni civilistiche e fiscali in capo al locatore.

Scopri la nostra GUIDA AGLI AFFITTI IN NERO per saperne di più.

L’inquilino non paga l’affitto: come si deve comportare il locatore? Lo sfratto per morosità.

L’incubo peggiore di ogni locatore: l’inquilino non paga il canone di affitto, e si parla quindi di “morosità”. Cosa fare?

In caso di morosità per affitti da privati, e per immobili ad uso abitativo, anche per il mancato pagamento di una sola mensilità il proprietario potrà avvalersi della procedura di convalida di sfratto per morosità.

Questa procedura sarà da attivare presso il Tribunale competente del territorio in cui si trova l’immobile. L’obiettivo è quello di risolvere il contratto per inadempienza dell’inquilino, procedendo alla riscossione anche coattiva del credito.

In caso di immobili ad uso diverso bisogna valutare la situazione caso per caso in relazione alla gravità e all’importanza dell’inadempimento dell’inquilino, avviando la stessa azione giudiziaria.
Non è mai eccessivo pensare che prima della stipula di un contratto di locazione il proprietario debba preventivamente fare una analisi dei rischi che possano presentarsi nei confronti dell’inquilino, utilizzando una serie di parametri e criteri.

Gli obblighi principali per chi decide di affittare il proprio immobile

Un locatore che decide di affittare il proprio immobile, deve sottostare ad una serie di obblighi. Vediamo assieme i principali.

Da un punto di vista civilistico sono dettati principalmente dall’art. 1575 c.c. e consistono soprattutto nel consegnare l’immobile al conduttore:

  • in buono stato di manutenzione;
  • mantenendolo in stato da servire all’uso convenuto (per non incappare in una ipotesi di inadempimento contrattuale nei confronti dell’inquilino).

Rispetto a quest’ultimo punto ci sono dei precisi obblighi di legge da rispettare. Fra tutti si ricorda il fatto che l’obbligazione principale, relativamente al contratto di locazione stipulato, è il puntuale e regolare pagamento del canone locativo oltre che il rispetto della destinazione d’uso dell’immobile.

Da Rentila arriva un aiuto concreto e gratuito per i locatori

Per offrire un aiuto concreto ai locatori, da oggi su Rentila, sarà disponibile un nuovo servizio gratuito per gli utenti iscritti: “L’esperto legale risponde”. L’iscrizione a Rentila è gratuita, prova subito il servizio!

Un Avvocato esperto in diritto immobiliare risponderà a tutte le vostre domande, chiarendo dubbi di natura legale.

Un servizio di consulenza legale in materia immobiliare, supporterà i locatori nella gestione dello proprie locazioni, su quesiti in tema di:

  • locazione;
  • tutela della proprietà immobiliare;
  • condominio.

Il consulto legale sarà protetto dalla garanzia di riservatezza, ottenendo risposta entro 1-2 giorni.

ISCRIVITI ORA, e richiedi la tua consulenza legale!

.

Les commentaires sont fermés.

Scopri il nostro software di gestione degli affitti immobiliari. Uno strumento efficace e gratuito utilizzato da migliaia di proprietari!

REGISTRATI    GRATIS