contratto affitto studenti

Decidere di stipulare un contratto di affitto a studenti universitari è un passo importante per un locatore. Decidere infatti di dare in affitto la propria casa a studenti, pur essendo una scelta redditizia, potrebbe presentare anche qualche insidia. Prima di considerare quindi questo target di inquilini, è necessario conoscere tutti i pro e i contro.

Profilo degli studenti universitari

Descrizione: uno studente è una persona iscritta a una università. Potrebbero essere iscritti a un corso di laurea triennale, o specialistica, o un master.

Età: gli studenti universitari che cercano case in affitto, sono comunemente di età compresa tra 19 e 25 anni. La fascia di età per gli iscritti ai programmi di master è molto più varia. Per esempio anche molti over 30 decidono di iscriversi ad un master, per approfondire delle tematiche, o specializzarsi in nuove discipline.

Reddito: molti studenti universitari vanno a lezione come lavoro a tempo pieno, e possono ottenere un reddito supplementare da lavori part-time o durante il weekend.

Stato civile: la maggior parte degli studenti universitari sono single, non sposati.

10 cose che gli studenti universitari cercano in un contratto di affitto transitorio

Se decidi di stipulare un contratto di affitto transitorio, è bene sapere cosa cercano la maggior parte degli universitari. In maniera da capire se potete soddisfare uno o più punti, su cui eventualmente spingere nell’annuncio di locazione transitoria.

AFFITTARE A STUDENTI UNIVERSITARI

Leggi il nostro approfondimento per scoprire tutti gli aspetti burocratici del contratto di locazione transitorio a studenti universitari -> CLICCA QUI

1 – Prossimità all’università: la cosa numero uno che uno studente universitario cerca quando sceglie un posto dove vivere in affitto, è quanto è vicina la casa alla sede universitaria (o all’aula studio). Per esempio, la maggior parte di affitti studenti a Milano si concentrano in zona Bocconi, Bicocca, Città Studi ecc.

2 – Accessibilità: un’altra priorità alta nella lista di uno studente universitario è quanto costa l’affitto. Il budget a disposizione può essere ridotto e, oltre ad aver bisogno di un posto dove vivere, ha bisogno anche di soldi per mangiare e uscire con gli amici. Potrebbe preferire un affitto a prezzi moderati, ad un appartamento più costoso e rinnovato. Spesso il contratto di affitto transitorio viene diviso tra più studenti, che diventeranno quindi “coinquilini”. Un modo molto utilizzato per contenere i costi. Soprattutto per affitti studenti a Milano, o affitti per studenti a Roma, dove i costi delle case sono tra i più alti in Italia. (Leggi questo articolo del Sole 24 Ore con i canoni per affitti studenti in Italia).

3 – Vicinanza ai servizi: stare vicino alla città è un altro elemento prioritario nella lista dei desideri di uno studente. Accesso rapido a intrattenimento, shopping e ristoranti sono tutti parametri da considerare per un affitto studenti.

4 – Accesso ai trasporti pubblici: molti studenti universitari non hanno l’auto, quindi l’accesso ai trasporti pubblici è d’obbligo (su cui hanno anche sconti importanti, essendo studenti). Questo può includere treni, autobus e taxi. In città più grandi anche aeroporti, soprattutto per studenti universitari provenienti da regioni molto lontane. O con affitti a studenti universitari in Erasmus.

5 – Sicurezza: gli studenti universitari, così come i loro genitori, vogliono sapere di essere al sicuro a casa. Le aree a bassa criminalità sono le più gettonate. Gli esterni degli appartamenti ben illuminati sono un plus. Altre cose molto controllate sono porte blindate, e inferriate alle finestre (soprattutto se la casa in affitto è al piano terra). Ricorda che il contratto affitto studenti deve essere stipulato assieme ad un inventario. All’interno dev’essere riportato l’esatto stato di tutti i mobili, porte, finestre ecc. prima che la casa venga affittata. L’inventario deve essere possibilmente corredato da foto, e firmato da ambo le parti.

6 – Area privata: anche se uno studente vive con molti coinquilini, vuole il proprio spazio privato. Questo si può creare avendo più camere da letto private (quindi contratto di locazione transitorio per stanze singole), e un’area comune, come un soggiorno e una cucina. Le aree in comune sono molto apprezzate nella scelta di una casa in affitto, soprattutto per la possibilità di organizzare serate con gli amici.

7 – Lavanderia a gettoni: gli studenti universitari preferirebbero avere una lavanderia a gettoni vicino la casa in affitto. Ma non è una stretta necessità.

8 – Vicini di casa o zona: gli studenti universitari spesso desiderano affittare un appartamento in un determinato quartiere. Alcuni studenti vogliono vivere in una zona con case prevalentemente affittate ad altri studenti universitari. Gli altri studenti vogliono l’esatto contrario, e vogliono vivere in un tranquillo quartiere residenziale, lontano dagli altri studenti. Per esempio, molti affitti a Milano per studenti sono in zona Città Studi.

9 – Arredamenti di valore: se una casa in affitto a studenti ha elettrodomestici in acciaio inossidabile, o un bagno appena piastrellato, potrebbero anche risultare non di interesse per lo studente. Potrebbe infatti scegliere di stipulare un contratto di affitto a studenti in una casa dove non ha troppe “responsabilità”. Per la maggior parte degli studenti, gli arredamenti di valore sono un bonus, e non un requisito.

10 – Pulizia: la maggior parte degli studenti universitari preferirebbe prendere in affitto studenti un appartamento che sia pulito e libero da roditori, e altri parassiti.

Contratto affitto studenti: quali sono le cose importanti da considerare?

Quando decidi di stipulare un contratto di affitto a studenti, ricorda che gli studenti universitari sono noti per essere rumorosi. Succede spesso che organizzino cene o feste in casa, con musica alta, persone che suonano, e così via. È consigliabile quindi includere nel contratto di locazione transitorio per studenti universitari, una politica sulle ore di silenzio come parte del contratto affitto studenti. In questo modo gli inquilini sapranno che ci sono certe volte in cui possono divertirsi, e altre in cui devono essere più rispettosi degli altri.

Non dimenticare inoltre che potrebbero succedere dei danni in casa. Stipulando un regolare contratto affitto studenti, potrai ottenere un deposito cauzionale (massimo 3 mensilità, per legge). Questo deposito potrai utilizzarlo per pagare eventuali danni che potrebbero verificarsi. Leggi a tal proposito il nostro approfondimento -> Affitti in nero della casa, conviene veramente? guida pratica

Vantaggi della locazione transitoria a studenti universitari

Ci sono alcuni benefici dell’affitto a studenti universitari. Ecco alcuni vantaggi esclusivi che puoi incontrare affittando la tua casa a questo target di inquilini:

  • Domanda elevata: la maggior parte delle Università non offrono agli studenti un alloggio. Pertanto, questi studenti devono trovare delle case nella città in cui frequentano le lezioni. Ci sono migliaia, e in alcuni luoghi, decine di migliaia, di studenti in cerca di un posto dove vivere, quindi la domanda di affitto per studenti è alta. Inoltre, questa domanda è ciclica. Ogni nuovo anno scolastico, avrai una nuova serie di studenti alla ricerca di un luogo da chiamare casa.
  • Affitti più alti: quando affitti a studenti, potresti essere in grado di ricevere un affitto più alto. Questo per due motivi. Innanzitutto, gli studenti vivono spesso con compagni di stanza, piuttosto che da soli. Dato che gli studenti stanno dividendo il canone di affitto, potresti ottenere qualche centinaio di euro extra da loro rispetto a quanto faresti affittassi ad una coppia. La seconda ragione per cui potresti guadagnare di più è che c’è una domanda costante di alloggi. Gli studenti che frequentano l’Università saranno alla ricerca di un posto dove vivere. Quando la domanda è alta, anche i guadagni derivanti dall’affitto aumentano.
  • Pagamento da parte di terzi: è molto comune per uno studente che frequenta l’Università avere l’affitto pagato da qualcun altro. Spesso, i genitori di uno studente sono quelli che pagano l’affitto e serviranno come co-firmatari del contratto di locazione. In questo caso, è molto probabile che riceverai l’affitto ogni mese. Non è raro che i genitori paghino anticipatamente l’affitto di un intero semestre.
  • Meno pretese: la maggior parte degli studenti universitari non cerca le finiture d’arredo, o mobili di alto pregio. Stanno cercando un posto sicuro e conveniente in cui vivere. Sono molto più concentrati sull’Università e sulla loro vita sociale, che sull’esaminare ogni centimetro quadrato del loro appartamento. Questo !attenzione! non significa che possono entrare spifferi dalla finestra, o che il materasso può avere 30 anni di vita. Significa che un arredo basilare, senza alte pretese, può essere più che sufficiente per gli standard medi di uno studente universitario.

Gli svantaggi di affittare a studenti universitari

Ci sono anche alcuni aspetti negativi da conoscere, prima di decidere di stipulare un contratto di locazione a studenti universitari. Gli studenti universitari potrebbero non essere gli inquilini più maturi. I reclami relativi a danni e rumori sono problemi comuni nei casi di locazione transitoria.

  • Inesperienza di mantenimento della proprietà: gli studenti universitari sono giovani. Per la maggior parte, questa è la prima volta che vivono da soli. Se non segnalano piccoli problemi di manutenzione, come una piccola perdita dal soffitto, questi piccoli problemi possono trasformarsi in grossi problemi se non risolti immediatamente.
  • Inesperienza con la gestione del denaro: ancora una volta, per la maggior parte degli studenti, questa è la prima volta che vivono da soli. Attenersi a un budget può essere difficile. Una serata fuori con gli amici può sembrare il modo migliore per spendere i loro soldi, dimenticandosi temporaneamente dell’affitto mensile.
    Potresti essere costretto a sfrattare un inquilino studente per mancato pagamento.
  • Ricambio frequente: quando affitti a studenti, potresti trovarti di fronte a un giro d’affari annuale. Gli studenti di solito firmano contratti di locazione transitori, che durano pochi anni.
  • Difficoltà a scegliere gli inquilini: lo screening degli studenti può essere più difficile rispetto allo screening di altri inquilini, perché sono così giovani che probabilmente non hanno una busta paga da mostrare, o non hanno mai vissuto in affitto in precedenza.
  • Violazione del contratto di locazione: gli studenti hanno la tendenza a ignorare molte delle clausole del contratto di locazione che hanno firmato. Gli studenti tendono a essere rumorosi, possono usare il loro appartamento per organizzare feste o suonare la propria musica, e potrebbero esserci anche più persone che vivono nell’appartamento rispetto a quelle elencate nel contratto di locazione.
.

Les commentaires sont fermés.

Scopri il nostro software di gestione degli affitti immobiliari. Uno strumento efficace e gratuito utilizzato da migliaia di proprietari!

REGISTRATI    GRATIS