Differimento saldo inquilino

Il differimento può essere effettuato in due modi, manualmente ed in automatico.

Differimento manuale
Una volta che il canone di locazione è generato in “Finanze” puoi registrare i pagamenti. Per farlo clicca sull’icona di azione “Registra pagamento.”
A metà pagina nella sezione “Saldo del locatario” si può decidere di riprendere il saldo corrente (in toto o una sua parte) nel pagamento corrente o invece di rimandarlo (differirlo) al periodo successivo. Con il differimento:

  • in caso di saldo negativo (importo del pagamento è inferiore a quello dovuto normalmente), l’ammontare del pagamento si aggiunge al canone di locazione successivo;
  • in caso di un differimento per saldo positivo, l’importo viene sottratto al canone di locazione successivo.

In particolare in registra pagamento si hanno 3 opzioni:

  • “Senza differire il pagamento” / scegliendo questa opzione si ignorano i differimenti
  • “Aggiungi il saldo al prossimo pagamento” / scegliendo questa opzione si procede con il differimento al periodo successivo
  • “Aggiungi il saldo a questo pagamento” / scegliendo questa opzione si riprende nel saldo corrente anche l’ammontare differito nel periodo precedente

L’operazione di differimento è possibile solo quando l’inquilino ha un saldo (non importa se positivo o negativo). Rentila aggiornerà il pagamento successivo diminuendo o aumentando l’importo del canone di locazione (affitto) dovuto.

Differimento automatico

Per effettuare questo tipo di differimento in Locazioni va modificata la locazione che interessa e visualizzata la scheda Informazioni Aggiuntive. L’opzione per il Differimento saldo inquilino è alla fine della pagina. Impostare l’opzione Differimento Automatico fa sì che ogni nuovo pagamento del canone di locazione generato nella sezione Finanze che cambia stato e diventa “in ritardo” * andrà ad aumentare o diminuire l’ammontare del canone successivo se nulla cambia prima del nuovo periodo di locazione.
Se si imposta il differimento automatico, la modifica sarà effettiva dal periodo successivo.

Esempio: un canone di locazione di € 500 “in ritardo” a gennaio viene automaticamente rimandato al termine del mese di febbraio. La scadenza di febbraio sarà modificato e sarà di €1000 (€500 per la locazione più il diffrimento dal mese precedente di € 500).

Il differimento non avviene se il canone è segnato come pagato dall’utente. Per questo è importante controllare regolarmente i pagamenti specialmente se si usa la funzione del differimento automatico.

* Il canone passa automaticamente in ritardo se l’utente non ne cambia lo stato in Finanze e la data di scadenza impostata per la locazione è trascorsa.