Il punto sull’attualità immobiliare

Come ogni mese Rentila ti offre una panoramica sulle principali notizie immobiliari. Questo mese, ci focalizziamo su tassazione per Airbnb, il report Nomisma sul mercato immobiliare, il fenomeno dell’holiday-working e dello smart-working. Buona lettura e buon affitto!

AIRBNB/ Il problema della tassazione da risolvere dopo il coronavirus

AirBnB è il più famoso sito di affitto di case a livello internazionale, la sua diffusione “epidemica” in molti centri storici di città italiane (per esempio, Venezia, Firenze, Bologna, Napoli) è al centro di dibattiti e controversie circa gli effetti urbani generati e i processi economici e territoriali che si mettono in atto, principalmente sui mercati immobiliari locali. La piattaforma è spesso accusata di “cacciare” i residenti dei quartieri tradizionali, elevare i prezzi degli affitti, compromettere l’identità dei luoghi attraverso processi di iper-turisticizzazione, favorire forme di evasione fiscale o perfino snaturare l’idea iniziale di sharing economy…

Leggi l’articolo →

Effetto Coronavirus sul mercato immobiliare, il 2020 secondo Nomisma

Calano vendite e prezzi di case, negozi e uffici, e salgono i tempi di vendita e gli sconti necessari per piazzare gli immobili. Anche le costruzioni e i mutui sentono il colpo. Le stime di Nomisma certificano che è tornato in crisi il settore immobiliare, che ancora non si era ripreso dal 2008…

Leggi l’articolo →

Holiday Working: il turismo per chi coniuga vacanza e smart working

La nuova tendenza registrata dal portale italianway.house è l’Holiday Working. Il 20% delle notti vendute attraverso il portale Italianway, prima OTA Online Travel Agency italiana degli affitti brevi, è all’insegna della vacanza abbinata allo smart working, con un budget medio messo in campo di 120-150 euro a notte. E così, ad un mese dal lancio della prima OTA italiana degli affitti brevi con oltre 300mila notti prenotabili in un anno…

Leggi l’articolo →

Smart working, fuga dagli affitti a San Francisco. E se succedesse anche a Milano?

Migliaia di dipendenti della Silicon Valley al lavoro da casa hanno deciso di spostarsi in zone dove i costi di locazione sono più bassi. E ora si apre il dibattito sugli stipendi. Un effetto collaterale molto importante di questa pandemia si sta abbattendo sulla San Francisco Bay Area. Migliaia di dipendenti delle aziende tecnologiche alle prese con lo smart working ad oltranza hanno deciso di lasciare le loro case in affitto per trasferirsi altrove, dove i costi di locazione sono decisamente più bassi…

Leggi l’articolo →

Les commentaires sont fermés.

Scopri il nostro software di gestione degli affitti immobiliari. Uno strumento efficace e gratuito utilizzato da migliaia di proprietari!

REGISTRATI    GRATIS